Il processo di trasparenza dell’Enpap di AltraPsicologia

Condividi

Trasparenza all’Enpap e stipendi dei consiglieri sembrano essere le parole più utilizzate in questo periodo. Sarà che si sta avvicinando Natale o ancora meglio sono alle porte le elezioni per il rinnovo degli Ordini regionali degli psicologi, ma non si parla d’altro. O meglio qualcuno non parla d’altro, forse perchè non ha altro di cui parlare.

All’ultimo CIG del 23 novembre u.s. abbiamo assistito ad una presa di posizione bulgara perchè fosse approvata a tutti i costi una delibera in merito alla “trasparenza”. Di cosa stessimo parlando non ci è stato dato sapere però, perchè non sono state fornite risposte, documentazione, giustificazioni che ne motivassero la presenza.

Questo CIG infatti aveva un ordine del giorno già molto pieno e conteneva punti più importanti e urgenti da discutere, quali ad esempio la discussione del Bilancio previsionale 2014, che deve essere approvato necessariamente entro il 30 novembre (2013).

E’ un adempimento con scadenza perentoria la cui mancata discussione ricade direttamente sui consiglieri/e del CIG.

AltraPsicologia ha chiesto la sospensione del 3 punto di discussione in odg (“DISCUSSIONE ED EVENTUALI DELIBERAZIONI IN MERITO ALLA TRASPARENZA AMMINISTRATIVA”, proposto dai consiglieri di Cultura e proFessione, in quanto privo della necessaria documentazione per poterne almeno discutere in CIG.
L’art. 6, comma 3 del Regolamento interno del CIG e la consolidata formula in giurisprudenza suggeriscono, infatti, che l’identificazione degli argomenti in odg, anche se sintetica debba essere “chiara e non ambigua, specifica e non generica” (così in Cass. Civ.17-11-2005 n 2369).

A maggior ragione quando si chiede di deliberare qualcosa di cui non c’è stato, per questo motivo, un’adeguata istruttoria.

La richiesta di sospensione e la successiva di invertire i punti dell’odg dando priorità alla discussione del Bilancio 2014, alla designazione della nuova società di Revisione e del nuovo Regolamento sugli investimenti, fiore all’occhiello del nuovo CdA, non sono stati accolti.
In maniera anche brusca considerando che non ci è stato permesso di fare una pausa dei lavori (accolta invece per CeP in precedenza) e che è stato impedito di fare altre dichiarazioni di voto.

Personalmente ho chiarito che lo stesso GDL sulla Trasparenza, nell’ultimo incontro prima del Cig del 23 novembre, aveva evidenziato la necessità di un’istruttoria di tipo legale per chiarire i confini e gli obblighi che l’Enpap deve considerare.

Soprattutto perchè non essendo un ente pubblico come molti pensano, (facendo figure barbine in CIG, bacchettati da uno dei sindaci presenti perchè si confonde questo aspetto con questo elenco degli enti e organismi pubblici non territoriali) probabilmente non è soggetto agli stessi vincoli e obblighi di altre istituzioni.

Il gdl trasparenza aveva chiesto un’istruttoria sulla giurisprudenza in merito, il CdA aveva da poco deliberato (ci è stato comunicato in sede cig dal Presidente Torricelli) l’affido ad uno studio legale, non c’era nessuna urgenza di deliberare qualcosa che era impossibile discutere.

L’unica via, considerando che NON siamo mai stati contrari alla pubblicazione di delibere e verbali, è stata l’astensione.
Come potevamo approvare una delibera che non era stata discussa, argomentata, su un tema così importante come la trasparenza e in assenza di documentazione sufficiente per poter valutare la proposta?
E come già detto sopra prima che fosse fornita un’istruttoria legale come già deliberato dal Cda e richiesto dal gdl trasparenza.

 Ma allora AltraPsicologia non vuole la trasparenza?

Questo è quello che dicono i consiglieri (e consigliere) Aupi/cOstruire Previdenza e Cultura e proFessione. Altrapsicologia ha voluto fortemente un gruppo di lavoro sulla Trasparenza e Responsabilità Sociale, ha argomentato le motivazioni di questa proposta e da sempre ne ha fatto il suo cavallo di battaglia (soprattutto in merito alla TRASPARENZA dei processi di investimento, assolutamente ignota al CdA a matrice AUPI/cOstruire Previdenza e CeP che ci ha preceduti e di cui conosciamo bene l’oculatezza delle scelte finanziarie visti i risultati del Palazzo di via della Stamperia).

Per molti purtroppo la trasparenza sembra essere solo far conoscere quanto guadagnano gli organi statutari dell’Enpap (qui un approfondimento) e che siano pubblicate delibere e verbali (magari le splendide sbobinature di 50 pagine che ci vengono fornite ora). Magari senza dare un contributo attivo ad un gruppo di lavoro ad hoc sul tema, di cui si fa parte per voto del CIG, ma lanciando proclami sul web dal calduccio di casa propria.


[grwebform url=”https://app.getresponse.com/view_webform_v2.js?u=B2iqb&webforms_id=5012201″ css=”on” center=”off” center_margin=”200″/]


Newsletter Gratis
Aggiornamenti direttamente nella tua email principale
Rispettiamo la tua privacy.
Puoi cancellarti con un click.
Dr. Paola Biondi
Dr. Paola Biondi
Psicologa Psicoterapeuta | LGBT Specialist | Blogger | Consigliera CIG Enpap | Consigliera Segretaria Ordine Psicologi Lazio | Appassionata di fotografia, il mio habitat naturale è il bosco, ma lì non c'è wifi :)
Show Buttons
Hide Buttons